Quante volte capita che, fermandoci un attimo a riflettere, ci rendiamo conto che il lavoro che facciamo è il risultato naturale delle abitudini con cui siamo cresciuti?
Io ci ho messo più di 10 anni ma poi la natura, l’indole e l’educazione hanno fatto il loro lavoro.
Mia mamma ha sempre cucinato in casa, ha sempre fatto tutto a mano, persino il pane. Negli ultimi anni ha coinvolto anche mio papà che oramai è diventato l’impastatore ufficiale.
Mia mamma è una fervida sostenitrice del “proviamo e vediamo cosa viene fuori”.
Mia mamma l’aveva capito ben prima di me quale fosse la mia vera passione.
Perciò per educazione e per carattere tendo a non buttare nulla e soprattutto a fare il più possibile a mano, in casa ( nel mio caso soprattutto in cucina sul lavoro).
Mi piace sapere quali sono i cibi preferiti di chi conosco, di chi amo e dei miei clienti perché la felicità  di uno chef è fare felici i suoi commensali, qualunque cosa mangino.
Mia mamma è ghiotta di latte condensato, ne usa poco per ovvi motivi salutistici ma si coccola mettendolo nel caffè.
Io lo uso per diverse preparazioni dolci e siccome le confezioni che si trovano nei supermercati #nonbastanomaiecostanotroppo (potrei lanciare un ashtag che credo avrebbe enorme seguito) indovinate?!
Lo faccio da me! E lo regalo a mia mamma.

Perciò, con gusto mio e ispirata da mia mamma, ecco la mia ricetta del

LATTE CONDENSATO:

( per 300gr circa di prodotto finale)

– 250ml latte INTERO ( meglio uht perché la panna del latte non si separi in cottura);
– 150gr zucchero a velo
– 5gr Maizena  (1 cucchiaino da caffè)
– vasetto di vetro per la conservazione.
Tieni da parte un bicchiere di latte dai 250ml, il resto versalo in un pentolino a bordo alto e metti a scaldare a fuoco medio; quando iniziano a formarsi le bollicine attorno al bordo versa lo zucchero a velo mescolando bene con un cucchiaio (non di legno!! perché assorbe tutti gli odori e sapori delle preparazioni per le quali lo hai usato ed il latte ne assorbirebbe odore e sapore); continua a mescolare per 5 minuti; nel bicchiere di latte freddo aggiungi la maizena mescolando energicamente evitando dinfsre grumi e versa nel latte caldo; fai cuocere con bollore medio per 30 minuti mescolando di tanto in tanto.
Versa il latte condensato ancora caldo nel vasetto di vetro; chiudi molto bene capovolgi il vasetto a testa in giù; lascia raffreddare a temperatura ambiente. Una volta freddo puoi conservare in frigo anche per un paio di mesi; ma non appena apri il vasetto conta tre settimane.
Penserai: “si ma se lo uso per dolcificare il caffè altro che tre settimane…” vero! Ecco qui altre idee per utilizzarlo: condisci il mascarpone per fare il tiramisu senza uova; mettilo nel the caldo; usalo al posto dello zucchero per fare biscotti o torte ( stesso peso della quantità di zucchero necessaria); mischiato alla panna montata e messo nel congelatore può diventare un sorbetto goloso; condisci le fragole; messo nel caffè con aggiunta di whiskey diventa un buonissimo Irish coffee; se ami il caffè freddo invece aggiungilo a caffè, ghiaccio e liquore alla vaniglia o rhum e….shakera!!
Seguimi e condividi!
UN CONDENSATO DI FELICITA’
Tag:                 

Lascia un commento